Durata Viaggio

Ho fatto il giro del mondo in 157 giorni e 4 ore

Foto 900x433

martedì 28 settembre 2010

Cruz del sur

Oggi mi ero calcolato tutto alla perfezione:
Partenza in pullman da Lima alle 13
Arrivo ad Ica alle 17 (un'ora prima che calassero le tenebre)
Trasferimento in colectivos a Huacachina
Ostello in riva alla laguna
Pollo e arroso in un ristorante barato della cittadina
L'unica cosa che non ho calcolato è che non sto in Australia o Nuova Zelanda e che qui può succedere che un autobus faccia un'ora di ritardo.
 Un climax discendente ha caratterizzato la giornata cominciata verso le 11 in stazione dove ho aspettato l'autobus con una australiana che non sapendo lo spagnolo aveva ordinato una cosa sbagliata (piccole gioie della vita rimediare una cheesecake alle fragole gratis), poi sono salito in pullman, i sedili paragonabili alla prima classe di un aereo, mi hanno servito anche il pranzo e dato coperta e cuscino per rilassarmi mentre mi godevo un film. Si sono involontariamente uscito dal Perù per 5 ore e finito in un autobus lussuoso, mai visto soprattutto per quel ridicolo prezzo di 50 soles. Affianco a me il simpatico signor Gustavo peruano di Lima diretto ad Arequipa, comincio subito a farci conversazione per migliorare la lingua, ho fatto passi da gigante ora riesco a coniugare i verbi anche irregolari al presente e al passato prossimo alla persona giusta e so anche le congiunzioni, domani è la giornata dedicata ad imparare gli altri tempi. Dal finestrino ammiro un deserto immenso non paragonabile a quello visto in Nuova Zelanda o in America, nonostante la moderna autostrada Panamericana si trovi in riva al mare intorno a noi c'è un arida sconfinata distesa di sabbia priva di ogni forma di vita.
Pullman Cruz del Sur
Tra tutti le varie sensazioni possibili questo paesaggio di morte ma comunque spettacolare mi provoca sete, quindi allo stewart chiedo una coca-cola che con immenso piacere scopro essere gratis (direi seconda piccola gioia della giornata), comincio a pensare che restare i prossimi tre mesi su questo pullman non sia una così brutta idea.
Quando realizzo che il pullman è in  ritardo e comincia a far buio decido che non sia il caso di prendere il colectivo e che posso raggiungere domani Huacachina, chiedo al mio vicino se Ica sia pericolosa, mi risponde dicendo che il giorno non è pericolosa. Ho notato che le risposte della gente sono sempre piuttosto criptiche quando chiedo se un luogo sia pericoloso o meno.
Dalla stazione del pullman  secondo la Lonely Planet, che odio ma non disdegno qualche sua indicazione di tanto in tanto, dovrei fare 7/800 metri per giungere ad un'ostello.
Mi era stato preannunciato la sera precedente dal primo backpacker italiano incontrato nel  mio viaggio che nel resto del Perù la sensazione di insicurezza è più forte nonostante il posto peggiore sia la capitale, a Lima mi ero abituato ma qui è completamente diverso: strade sterrate, baracche come case e gente che ti fissa in modo strano acuiscono i miei timori (che comunque so essere pippe mentali, ma datemeli un paio di giorni per abituarmi).
Antifurto Homemade
Esco dalla stazione, la strada è affollata, dopo pochi metri noto uno che mi segue. "Mi segue" questa sicuramente è un'altra pippa mentale, c'erano chissà quante altre persone che camminavano davanti e dietro di me. Neanche un'isolato dopo la stazione noto la scritta Hostal, mi ci fiondo, niente camerate solo stanze private a 45 soles nulla se paragonato ai prezzi americani ma dopo due giorni qui sembra già una follia. Riesco a rimediare uno sconto di 5 soles e a farmi dare una camera con il wireless, sono le 19 e passerò chiuso in camera le prossime 15 ore devo avere qualcosa da fare.
 La mia camera ha la maniglia mezza rotta, fantastico, entro e subito spingo il letto e la sedia a bloccare la porta, poi mi mangio il panino al prosciutto preparatomi la mattina e ho ancora fame maledizione! Noto sul letto un involucro bianco e verde di plastica dalla forma rettangolare con scritto: "Super Suave y Cremoso" convinto che sia un cioccolatino di benvenuto lo scarto...
 Saponetta...
 La camera è grande abbastanza per farci entrare il letto e la sedia, molto sporca soprattutto dove prima c'era il letto, perlomeno il bagno è immacolato e mi hanno pure fornito due asciugamani grigio sbiadito...

6 commenti:

  1. Bellissimo il tuo blog!
    E bellissima l'idea di raccontare il tuo giro!
    Piacerebbe tanto anche a me mollare tutto e mettermi in viaggio...

    Appena avrò un po' di tempo leggerò tutti i tuoi post!
    Per ora ti faccio i miei migliori "In bocca al lupo" per la tua impresa!

    RispondiElimina
  2. Grande post e grande viaggio!!!
    dopo un paio di giorni ad ambientarti nel Sud America, la domanda sarà, devo proprio tornare?

    RispondiElimina
  3. Dovresti fare una petizione a blogspot per poter bloccare la pubblicità con Sgarbi che appesta il tuo blog... rende la lettura molto molto moooolto indigesta!

    RispondiElimina
  4. Lo farei volentieri jack ma non ci riesco per ora sono riuscito a togliere solo la pbblicità nella colonna di destra

    RispondiElimina
  5. Muy bien ! Arriba Perù!
    Felicidaciones sobrino mio
    Tio C.

    RispondiElimina
  6. Which is better Pepsi or Coke?
    PARTICIPATE IN THE POLL and you could win a prepaid VISA gift card!

    RispondiElimina

Ricorda di firmare il commento